Bloom & Blog » Tutti Gli Articoli in Italiano » Bloom Sisters Sagl

11 Ott

Ricette e Rimedi Naturali Per Combattere Il Raffreddore

In Ricette DIY by Barbara Lupi / ottobre 11, 2017 / 0 Comments

Durante i mesi più freddi i raffreddamenti sono più frequenti. Con delle semplici ricette a base di ingredienti naturali, possiamo alleviare i fastidiosi sintomi di questo malessere temporaneo.

Ecco alcune ricette che tutti possono fare:

Decongestionante al limone e zenzero

Si tratta di un decongestionante ed espettorante che aiuta ad espellere il muco, a ridurne la produzione e che dà un valido sostegno al sistema immunitario. Miele, pepe di cayenna e zenzero sono espettoranti naturali. Per preparare questo rimedio sono necessari:

½ cucchiaino di pepe di cayenna
½ cucchiaino di zenzero in polvere
3 cucchiai di miele biologico
60 ml di succo di limone
60 ml di aceto di mele

Versare l’aceto e il succo di limone in un pentolino e riscaldare fino a far sobbollire il liquido. Aggiungere poi il miele, lo zenzero, il pepe di cayenna e mescolare. Conservare in un barattolo di vetro, in un luogo fresco e al riparo dalla luce. Agitare prima dell’uso.

Assumere 1 o 2 cucchiai del preparato ogni giorno durante il raffreddamento. Si può anche prenderne un cucchiaio durante la notte, se ci si sveglia all’improvviso con il naso chiuso. Il rimedio si conserva a lungo. Si può prendere in considerazione la data di scadenza del miele.

Soluzione salina

In commercio si trovano numerosi spray salini da utilizzare in caso di naso chiuso, ma è anche possibile preparare in modo semplice una soluzione salina sotto forma di rimedio casalingo. Bisogna solamente avere in casa una boccetta sterilizzata da circa 220 ml e un nebulizzatore.

1 tazza d’acqua
¼ di cucchiaino di sale non iodato, il migliore è quello Himalayano
¼ di cucchiaino di bicarbonato di sodio

Si può aggiungere anche un pizzico di curcuma che è un ottimo antisettico naturale.

Portare ad ebollizione l’acqua in un pentolino. Versare il sale e il bicarbonato e mescolare fino a quando non si saranno disciolti. Lasciare raffreddare la soluzione salina fino a quando sarà a temperatura ambiente, prima di versarla nel contenitore prescelto senza filtrarla.

La soluzione salina viene anche utilizzata per la pulizia delle cavità nasali, soprattutto in caso di secchezza, che può essere fatta con l’ausilio di una doccia nasale. (facilmente reperibile in farmacia).

Suffumigi al bicarbonato di sodio

Si tratta del rimedio naturale probabilmente più utilizzato in caso di naso chiuso, da eseguire per alcuni giorni fino alla scomparsa dei sintomi. Portare ad ebollizione un litro d’acqua in una pentola, aspettare un paio di minuti e versare all’interno di essa un cucchiaio di bicarbonato di sodio. Non resta che coprire la testa con un asciugamano e respirare a pieni polmoni il vapore sprigionato dall’acqua calda. Al bicarbonato possiamo eventualmente aggiungere alcune gocce di olio essenziale di eucalipto, olio con grandi proprietà antibatteriche e decongestionanti.

Olio di sesamo

Un ulteriore rimedio naturale utilizzabile in caso di raffreddore e di congestione nasale è costituito dall’olio di sesamo. L’olio di sesamo non va inalato, ma serve a risolvere il problema della secchezza delle mucose e contrastare la congestione nasale, favorendo l’eliminazione del muco.

Applicare e massaggiare con le dita alcune gocce di olio di sesamo all’interno delle cavità nasali (preferibilmente dopo averlo leggermente intiepidito).

Cipolla

Sbucciare ed affettare una cipolla non provoca unicamente l’effetto negativo dato dal bruciore agli occhi e dalla lacrimazione, ma contribuirebbe anche a ridurre la congestione nasale, grazie alle sostanze sprigionate dalla cipolla che, se respirate, aiutano a liberare il naso.

Tagliando una cipolla bisognerebbe respirare molto profondamente per ottenere l’effetto desiderato. Inoltre in caso di raffreddamenti e di influenza è molto utile mettere una grossa cipolla tagliata a pezzi in una ciotola e posizionarla sul comodino di fianco al letto per tutta la notte, perché la cipolla ha davvero tante qualità e fra queste c’è anche quella di combattere i virus e i batteri semplicemente avendola accanto!

Alimentazione

Dal punto di vista alimentare, i rimedi naturali prevedono di ridurre il consumo di latticini, in modo da non contribuire alla formazione di muco in eccesso!

Meglio evitare anche gli alcolici, che possono provocare disidratazione ed aumentare la secchezza delle cavità nasali, e il cioccolato, che può contribuire ad accentuare lo stato infiammatorio dell’organismo. Per favorire la scomparsa della congestione nasale e del raffreddore, viene solitamente consigliato il consumo di spremute di arancia e di frutta e verdura ricca di vitamina C, anche al fine di stimolare le difese immunitarie.

Buona Guarigione!

Articolo di Barbara Lupi

10 Ott

Miele, Zenzero e Limone

In Ricette DIY by Stella Bellomo / ottobre 10, 2017 / 0 Comments

IL RIMEDIO DI STAGIONE A SOSTEGNO DEL SISTEMA IMMUNITARIO!

TRE INGREDIENTI NATURALI PER UN CONCENTRATO DI BENESSERE!

Scopriamo insieme quali sono e a che cosa sono utili!

Limone fresco e non trattato: è un concentrato di vitamina C, alcalinizza il Ph e neutralizza i radicali liberi nel corpo. Dà una sferzata di energia e di sostegno al sistema immunitario, riduce infiammazione e gonfiore.

Zenzero fresco radice: aiuta a eliminare le tossine dal corpo, è molto utile in caso di raffreddore e influenza. Lo zenzero è anche utile per risolvere fastidi di stomaco, vertigini, nausea, vomito e sudorazioni fredde.

Miele crudo non pastorizzato: allevia il mal di gola ed è un efficace e naturale aiuto per la tosse. Migliora la capacità del corpo di combattere l’infezione in corso e riduce il rischio di febbri.

Un preparato invernale eccezionale!

Si prepara in pochi minuti ed è super facile!

Cosa vi occorre:

  • 2 limoni non trattati (puliti accuratamente)
  • 2 pezzi di zenzero fresco (della dimensione dell’indice e del dito medio)
  • Miele, meglio se crudo
  • Un contenitore in vetro a chiusura ermetica da 350ml

Preparazione:

  1. Affetta i limoni e lo zenzero.
  2. Posiziona le fette di limone e zenzero nel vaso in vetro a chiusura ermetica, alternando strati di ciascuno fino a riempirlo.
  3. Lentamente versa il miele sul limone e lo zenzero. Lascia che il miele si abbassi e continua a riempire il vaso con il miele fino in cima in modo che sia lo zenzero che il limone affettato siano completamente coperti.
  4. Sigilla bene e conserva in frigorifero.

Nel tempo la miscela comincerà a trasformarsi in una gelatina sciolta, è normale che ciò accada. Assicurati sempre di ricoprire interi pezzi di zenzero e limone con il miele.

 

Quando hai bisogno di un tè rilassante, prendine 2-3 cucchiai in una tazza piena di acqua calda! Lascia riposare per 3-4 minuti e sorseggia.

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

10 Ott

Il Fiore Della Malva

In Il Fiore Del Mese by Stella Bellomo / ottobre 10, 2017 / 0 Comments

immagine tratta da Wikimedia Commons

La malva è una pianta dalle notevoli proprietà benefiche e godere delle qualità dei suoi fiori e delle sue foglie è semplice: basta raccoglierla e metterla in infusione! 

La malva (Malva silvestris) fa parte dalla famiglia delle Malvaceae.

Viene utilizzata sia nell’alimentazione che per la preparazione di rimedi erboristici perché, in particolare i suoi fiori, sono ricchi di elementi con azione antinfiammatoria e antibatterica, ricchi di sali minerali, ossalato di calcio, potassio e vitamine di vari gruppi, tra cui le A, le B e le C.

L’uso della malva nei disagi più comuni è così efficace grazie alle mucillagini che ne costituiscono fino al 15% della sua composizione. Cosa sono? Si tratta di sostanze viscose, lontanamente simili alla colla, che formano una barriera sulla zona irritata, accelerandone la guarigione ed evitando che l’infezione si aggravi o si propaghi.

Possiamo trovare la malva fiorita nei prati e ai bordi dei campi coltivati in pianura oppure acquistarne i semi per coltivarla in vaso o in giardino. Il termine malva deriva dal latino ed è legato al termine ‘molle’ per la sua capacità di ammorbidire. Le principali proprietà della malva, non a caso, sono infatti quelle emollienti.

Proprietà curative dei fiori di malva

La malva ha proprietà ammorbidenti e calmanti.

Viene utilizzata soprattutto per alleviare le infiammazioni delle mucose. Ha effetti lassativi ed è benefica per gli occhi per via delle sue proprietà lenitive. Infusi e decotti alla malva vengono utilizzati nella medicina popolare come rimedio antinfiammatorio per le vie urinarie in caso di problemi di entità lieve da questo punto di vista. La malva ha anche proprietà depurative ed espettoranti, utili in caso di tosse e di accumulo di muco nelle vie respiratorie.

La raccolta della malva per la preparazione di rimedi naturali avviene principalmente in primavera.

I fiori e le foglioline di malva vengono utilizzati come alimento, in insalate e minestre oltre che come rimedio naturale.

La malva ha proprietà emollienti che oltre a funzionare dall’interno, come precedentemente accennato, sono efficaci anche all’esterno, grazie all’applicazione di impacchi di infuso di malva o mediante la sua aggiunta all’acqua per il bagno o il pediluvio.

La malva non ha particolari controindicazioni, dato che è tra i rimedi naturali che si possono utilizzare anche in gravidanza.

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

10 Ott

10 Antibiotici Naturali

In La Farmacia Della Natura by Stella Bellomo / ottobre 10, 2017 / 0 Comments

“L’uomo non sta male perché ha una malattia; ha una malattia perché sta male” Proverbio cinese.

Nei momenti di necessità la Natura viene sempre in nostro aiuto se sappiamo ascoltarla e impariamo a conoscere i rimedi che mette a nostra disposizione con immenso amore e generosità, ovunque e in ogni stagione.

Prima di iniziare a parlare di antibiotici naturali è bene fare un’importante premessa. In generale, indipendentemente dalla virulenza di una malattia, accade che alcune persone non si ammalino, mentre altre sì. Perché?

Le persone che non si ammalano hanno tra loro qualcosa in comune: il loro sistema immunitario è capace di impedire che un’infezione invada il loro organismo.

Non è una novità, infatti, che il nostro sistema immunitario sia la nostra prima linea di difesa. Tra i suoi componenti specifici ci sono il timo, la milza, il sistema linfatico, le tonsille, il fegato, l’appendice e il midollo osseo. Il timo, in particolare, coordina l’attività immunitaria. Prima di avventurarci nel favoloso mondo degli antibiotici naturali, quindi, partiamo da qui, dalle erbe per rinforzare, ripristinare e aumentare la resistenza del sistema immunitario del nostro organismo.

1- ASHWAGANDHA (Withania Somnifera): la sua radice è un sicuro e potente tonificante del sistema immunitario ed è capace di proteggerci dallo stress. Una delle sue migliori qualità è la sua provata azione calmante dei nervi.

2- ASTRAGALO: ringiovanisce, cura e stimola il sistema immunitario.

3- EUPATORIO: immunostimolante, aumenta il numero dei fagociti fino a 4 volte in più dell’echinacea, tonificante delle mucose e febbrifugo.

4- GINSENG SIBERIANO: immunostimolante, aumenta le difese immunitarie ed è anche un ottimo antistress.

5- RADICE ROSSA: antinfiammatoria, tonica e stimolante del sistema linfatico, facilita l’eliminazione dei tessuti morti.

SCOPRIAMO INSIEME 10 TRA I PIÙ COMUNI ANTIBIOTICI NATURALI:

Esistono in natura erbe aromatiche o alimenti che grazie alle loro proprietà curative, sono da considerarsi dei veri e propri farmaci e antibiotici naturali.

Sempre più spesso sono oggetto di studio da parte della scienza per via delle proprietà curative che li caratterizzano, rendendoli valide alternative naturali ai farmaci tradizionali e adatte a proteggere la nostra salute!

1 AGLIO: L’aglio è considerato un rimedio naturale dalle efficaci proprietà curative sin dai secoli passati con note e spiccate proprietà antivirali e antibatteriche. È ricco di antiossidanti in grado di contribuire alla distruzione dei radicali liberi. Contribuisce inoltre ad abbassare la pressione sanguigna, a combattere le infezioni della pelle e a proteggere il cuore.

2 ECHINACEA: L’echinacea è da lungo tempo utilizzata al fine di rafforzare il sistema immunitario. È considerata utile per la prevenzione e per la cura di malattie stagionali come il raffreddore e l’influenza. L’echinacea è infatti particolarmente indicata in caso di malattie delle prime vie aeree, che possono comprendere, oltre al raffreddore, la tosse. È inoltre indicata per la cura di infezioni che interessino le vie urinarie.

3 CIPOLLA: Le cipolle, al pari dell’aglio, sono considerate dei veri e propri medicinali naturali, dalle potenti proprietà antibatteriche. Alle cipolle sono inoltre attribuite proprietà diuretiche, che le rendono utili ad aiutare l’organismo a depurarsi. Esse svolgono un’azione antinfiammatoria, espettorante e migliorano la circolazione del sangue. Sono utili per la prevenzione e durante la cura di raffreddore, influenza, tosse e mal di gola.

4 AVOCADO: L’avocado è stato considerato dal punto di vista scientifico come un importante alimento da cui ricavare estratti in grado di rivelarsi efficaci contro alcune tipologie di stafilococchi. La varietà migliore di questo frutto da tale punto di vista è rappresentata dall’avocado cileno, una delle specie vegetali caratteristiche della foresta pluviale sudamericana, vero e proprio tesoro di biodiversità.

5 TE’ VERDE: Dalle foglie di tè verde, oltre alla ben nota bevanda, è possibile ricavare un particolare polifenolo in grado di agire in maniera sinergica con gli antibiotici nel trattamento di batteri come lo Sreptococcus e nelle infezioni da E-coli.

6 NEEM: Dalle foglie del Neem e dai frutti di questa pianta, viene ricavato un potente olio curativo, utilizzato tipicamente da parte della medicina tradizionale indiana, sia ad uso alimentare che curativo. Ad esso vengono attribuite proprietà antifungine, antibatteriche, antivirali ed antiparassitarie. L’olio di Neem per uso interno de ve essere stato ottenuto appositamente a tale scopo e risultare puro al cento per cento.

7 ZENZERO: Lo zenzero rappresenta un vero e proprio toccasana per la salute. Esso può essere consumato fresco, come alimento vero e proprio, oppure sotto forma di spezia e condimento, dopo essere stato essiccato e ridotto in polvere. L’azione benefica dello zenzero prevede il suo impiego nella preparazione di tisane utili per la cura e la prevenzione di influenza, mal di gola, tosse e raffreddore.

8 ORIGANO: L’origano non è semplicemente un’erba aromatica da utilizzare in cucina per insaporire le pietanze, ma anche una vera e propria erba medicinale, utile a proteggere la nostra salute, grazie alle sue proprietà terapeutiche, che permettono di definirlo come un analgesico, antisettico ed antispasmodico naturale. L’olio essenziale da esso ricavato ha potenti proprietà antibatteriche ed il suo impiego è utile in aromaterapia per la cura delle malattie relative alle vie respiratorie.

9 TIMO: Il timo può vantare un inaspettato contenuto vitaminico, sia in riferimento alla vitamina C che alle vitamine del gruppo B. Contiene inoltre timolo, linaiolo e sali minerali. Il timo è inoltre considerato un tonico ed uno stimolante dell’apparato digerente, oltre che un vero e proprio antibiotico naturale in olio essenziale e un diuretico.

10 CANNELLA: La cannella non è una semplice spezia da impiegare per insaporire le pietanze dolci, ma uno scrigno di proprietà benefiche utili per la nostra salute. Allevia i dolori mestruali, è un antibatterico naturale riduce i dolori provocati dall’artrite, contribuisce a regolare il livello di zuccheri del sangue e rappresenta un rimedio naturale contro raffreddore e mal di gola.

Fonte: greenme.it – Antibiotici naturali di Stephen Harrod Buhner

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

 

10 Ott

Ottobre: Frutta e Verdura Di Stagione!

In Gli Alimenti Del Mese by Stella Bellomo / ottobre 10, 2017 / 0 Comments

Ottobre, profumi di boschi!

Con l’inizio dell’autunno e il cambio di temperature forno e fornelli tornano in piena attività! Si trascorre più tempo in casa e la voglia di piatti caldi, legumi, zuppe e creme di verdura si fa sempre più sentire! Non è vero? Del resto, a pensarci bene, anche in questo la natura la sa più lunga di noi e porta sulle nostre tavole esattamente quello che ci serve per affrontare al meglio questa fine dell’estate.

Scopriamo insieme la frutta e la verdura d’inizio autunno!

Il bosco, oltre all’orto, è il regno dei prodotti di Ottobre!

Funghi, castagne e frutta in guscio, infatti, sono tra i principali regali che la natura ci offre in questo primo mese d’autunno.

Ma la regina della verdura è senza dubbio lei, la signora zucca!

Grande e polposa arriva finalmente sulle nostre tavole ad addolcire e arricchire un’infinità di piatti buoni e salutari come il risotto, le vellutate e le torte salate. Protagonista anche della terrificante notte di Hallowen, di questo splendido ortaggio autunnale non si butta proprio via niente! Infatti è possibile mangiare anche i suoi semi buonissimi una volta salati e lasciati essiccare.

Sono una importante fonte di Omega3 indispensabile per combattere il cattivo umore.

Ricca di vitamina A e C, la zucca contiene, inoltre, anche sali minerali quali il calcio e il sodio, ha proprietà diuretiche, rinfrescanti e proprio per questo è un alimento essenziale per chi ha bisogno di una sana dieta disintossicante.

Torna nel cesto della frutta l’amata melagrana, meraviglioso dono ottobrino, con i suoi chicchi rossi come rubini e la sua carica di vitamine e antiossidanti!

E per chi pensasse ancora all’estate, con l’odore di caldarroste non potrà far altro che abbracciare la nuova stagione godendosi il meglio che come ogni periodo dell’anno, ha da offrirci!

FRUTTA DI OTTOBRE: pere, sorbe, alchechengi, carrube, cachi, melagrana, mele (fuji, Braeburn, Golden Delicious, Stayman, imperatore), uva, lamponi, kiwi, susine, fichi, fichi d’india, castagne, corbezzoli, frutta in guscio.

VERDURA DI OTTOBRE: aglio, bietola, broccoli, broccolo romanesco, carciofi, carote, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, cavolo cappuccio, cavolo verza, cicoria, cime di rapa, cipolle, fagioli, finocchi, funghi, indivia, lattuga, legumi secchi, melanzane, patate, porri, rape, ravanelli, rucola, scalogno, sedano, sedano rapa, spinaci, tartufo bianco e nero, topinambur, valerianella, zucche.

AROMI DI OTTOBRE: Basilico, dragoncello, salvia, maggiorana, peperoncino, prezzemolo, rosmarino, verbena odorosa.

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

03 Ott

Coccole D’Autunno Con Infusi e Tisane!

In Bloom & Blog by Stella Bellomo / ottobre 3, 2017 / 0 Comments

Coccole D'Autunno

Rosa canina, eucalipto, cannella e cardamomo…scopri le erbe, i fiori, la frutta e le spezie per affrontare la stagione fredda…con brio!

L’aria si è rinfrescata, le giornate si stanno accorciando e con la stagione autunnale sono tornati alla ribalta i tè, le tisane e gli infusi, che oltre ad essere una piacevole abitudine per coccolarsi e dedicarsi un momento di benessere, con l’arrivo delle piogge e dei primi freddi, risultano anche molto utili per aiutarci a sostenere le difese immunitarie.

Tra gli ingredienti delle tisane autunnali non possono mancare le spezie, utilizzate da migliaia di anni per le loro rinomate proprietà antibatteriche e rinvigorenti.

Cannella, cardamomo, chiodi di garofano, curcuma e zenzero, per esempio. Ma anche pepe nero e peperoncino. Uno degli infusi più famosi quando si parla di spezie è lo yogi tea, una perfetta miscela di pepe nero, zenzero, cardamomo, cannella e chiodi di garofano. Questa ricetta classica si rifà a una prodigiosa mitologia, antica di migliaia di anni, ed è profondamente radicata nelle antiche tradizioni e pratiche spirituali dell’Oriente.

Coccole D'Autunno Spezie

Alcuni tè esotici ricchi in sali minerali ci riportano verso terre lontane con il loro gusto inconfondibile, l’aroma seducente, e le loro molteplici virtù.

Tra questi ricordiamo il tè rosso, benefico, estremamente versatile e riscaldante, come il sole delle terre lontane da cui proviene, il tè rooibos accompagna dolcemente i freschi pomeriggi autunnali, diffondendo nell’aria note intense e profumate. E il tè bancha, ricco di antiossidanti, ferro, calcio e vitamina A, ottimo alcalinizzante del sangue (regola il ph), diuretico, ipoglicemizzante e depurativo. Inoltre questi tè, essendo praticamente privi di teina possono essere utilizzati anche dai bambini o da chi non può assumere sostanze eccitanti.

Ottime anche le miscele di frutta, come per esempio la famosa tisana ai frutti di bosco, composta principalmente da bacche (fragole, mirtilli e rosa canina), raccolte nel pieno del loro tempo balsamico ed essiccate a regola d’arte.

Gli infusi di frutta sono davvero ottimi in questo periodo, perché ci aiutano ad affrontare il cambio di stagione, rafforzandoci e migliorando il nostro sistema difensivo.

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

26 Set

Le Emozioni!

In Pillole Per L'anima by Barbara Lupi / settembre 26, 2017 / 0 Comments

le emozioni

Le Emozioni: una componente importante della nostra vita!

In questo quarto appuntamento di “Pillole per l’anima” desideriamo portarvi delle proposte che vi offrano l’occasione di comprendere e integrare quanto siano importanti le emozioni e soprattutto quanto sia fondamentale imparare a gestirle per avere una vita all’insegna del benessere e dell’armonia.

Le emozioni appartengono alla nostra natura e alla nostra cultura. Sono potenti e istantanee e coinvolgono il corpo, il pensiero e il comportamento. Hanno una matrice primordiale: c’entra l’amigdala, una parte arcaica del nostro cervello. Nei loro tratti fondamentali sono comuni a tutti, ma ogni singolo individuo si emoziona a modo suo, con maggiore o minore intensità e trova i suoi modi per gestire le emozioni.

Per riuscire a gestire i sentimenti e le emozioni, bisogna prima di tutto conoscerli e identificarli. Per fare questo dobbiamo riuscire a dare un nome a ciò che sentiamo, fermarci per prenderci il tempo di capirlo, osservarci nel profondo, ascoltare il nostro corpo, …

Nel momento stesso in cui facciamo questo lavoro di introspezione per comprendere la natura dell’emozione che stiamo provando è come se introducessimo una pausa nell’emozione stessa.

È una pausa fondamentale che ci permette di prendere una certa distanza dall’emozione stessa.

Grazie a questa piccola distanza possiamo esaminare ciò che ci sta accadendo: non siamo più in completa balia dell’emozione, possiamo analizzare il sentimento e quindi anche imparare a conoscerci meglio, abbiamo la possibilità di ragionare e di individuare delle possibili reazioni e soluzioni.

Tutto questo ci permette poi di prendere decisioni più consapevoli e di affrontare le sfide della vita in modo più efficace.

Le nostre proposte di oggi:

FILM: INSIDE OUT 2015

I protagonisti di Inside Out sono le emozioni di un’adolescente (Riley) che affronta un trasferimento con la famiglia dal Minnesota a San Francisco: è un’avventura all’interno della mente di una bambina di 11 anni alla scoperta delle emozioni.

Paura, Rabbia, Gioia, Tristezza e Disgusto sono i veri protagonisti del film, e rappresentano cinque emozioni all’interno della mente della piccola Riley.

Il film rappresenta la mente umana e tutto ciò che succede quando, semplicemente, viviamo.

In special modo rappresenta bene due aspetti della sfera emozionale:

– le emozioni organizzano il pensiero razionale

– le emozioni organizzano la nostra vita sociale

Tradizionalmente si pensa che le emozioni siano nemiche della razionalità, ma la verità è che esse guidano la nostra percezione del mondo, i nostri ricordi del passato, e perfino il nostro giudizio morale rispetto a ciò che è giusto o sbagliato.

Nel Film, Tristezza, pian piano prende il controllo della mente di Riley e influenza anche le memorie del passato. Questo aspetto è molto importante nella pellicola, perché guida Riley a riconoscere i cambiamenti che sta attraversando e quindi la prepara a sviluppare nuovi aspetti della sua identità.

Le emozioni strutturano le nostre relazioni interpersonali.

Non sempre siamo in grado di gestirle solamente con le risorse personali, spesso alti livelli di tensione dovute alle emozioni negative vengono messi a tacere nel profondo di noi. Nel Film ne è un esempio il tentativo di Gioia di relegare Tristezza in un piccolo punto del quartier generale, al fine di tenerla a bada, senza però riuscirci.

Oggigiorno veniamo educati ad inibirle, ma queste emozioni non spariscono, rimangono attive nelle mente del soggetto e vengono canalizzate in modi diversi. Vengono evitate, rimosse; talvolta vengono somatizzate sul proprio corpo, talvolta sono l’origine di disturbi del comportamento.

È quindi importante imparare a manifestare le proprie emozioni per regolarle nel modo più adeguato.

Inside Out offre un nuovo approccio alla tristezza: è lei che chiarifica, che fa capire cosa è andato perduto (in questo caso l’infanzia) e che muove tutta la famiglia verso nuove identità.

Inoltre ci induce a comprendere che ogni emozione ha un suo senso, è importante e va accolta al fine di poter affrontare al meglio ogni situazione e vivere serenamente.

LETTURA: SMETTILA DI INCASINARTI – Roberto Re

Roberto_Re_Smettila_Di_Incasinarti!

In “Smettila di incasinarti!” Roberto Re accompagna il lettore nel capire quali sono i processi mentali più utilizzati dalle persone per complicarsi e per “incasinarsi” la vita, ingigantendo gli aspetti negativi delle situazioni e sviluppando convinzioni limitanti ed emozioni negative.

Questo libro non parla solo di emozioni, ma è un manuale interessante che mostra i vari meccanismi che mettiamo in atto quando lasciamo che siano le emozioni negative a guidare la nostra vita.

L’obiettivo di Roberto Re è quello di portare il lettore a pensare in maniera diversa, a desiderare qualcosa di più per sé stesso e andare verso la felicità, verso la scoperta che alla fin fine la vita è molto meno complicata di quello che si dice in giro!

MUSICA: PRENDI UN’EMOZIONE – Greta – Zecchino D’Oro 2015

TESTO DELLA CANZONE:

Certe volte il viso cambia colore
ed il cuore prende velocità
nella pancia c’è qualcosa di strano
non è fame ma chissà che sarà
cose che ti fanno rabbrividire
o ti mettono una fifa blu
un saluto che ti fa balbettare
risatine che non smettono più.

Se succede che non riesci a stare fermo
aspettando qualche novità
se la bocca più non smette di parlare
quando scoppi per la felicità.

Prendi un’emozione
chiamala per nome
trova il suo colore e che suono fa
prendila per mano
seguila pian piano
senti come nasce e guarda dove va
prendi un’emozione e non mandarla via
se ci vuoi giocare, fai cambio con la mia
puoi spiegarla a chi non la sa
e tutta la tua vita vedrai
un’emozione sarà.

Le emozioni sono l’arcobaleno
che colora il cielo dentro di noi
sono nuvole, sono il sereno
sono il sale e il pepe di ciò che fai
c’è la rabbia che non riesci a capire
e non sai se poi ti passerà
ma davvero basta solo parlare
e la soluzione si troverà.

Se le cose nuove fanno un po’ paura
tira fuori la curiosità
ogni giorno è davvero un’avventura
il domani ti sorprenderà!

Prendi un’emozione
chiamala per nome
trova il suo colore e che suono fa
prendila per mano
seguila pian piano
senti come nasce e guarda dove va
prendi un’emozione e non mandarla via
se ci vuoi giocare, fai cambio con la mia
puoi spiegarla a chi non la sa
e tutta la tua vita vedrai.

Qualche volta
(Qualche volta)
Non capisci
(Non capisci)
L’emozione che c’è dentro di te
(Dentro di te)
Forse è solo
(Forse è solo)
Perché cresci
E con occhi sempre nuovi il mondo scoprirai!

Prendi un’emozione
chiamala per nome
trova il suo colore e che suono fa
prendila per mano
seguila pian piano
senti come nasce e guarda dove va
prendi un’emozione e non mandarla via
se ci vuoi giocare, fai cambio con la mia
puoi spiegarla a chi non la sa
e tutta la tua vita vedrai
Un’emozione sarà.

Articolo di Barbara Lupi

Articoli precedenti della stessa rubrica:

Tu Sei Abbondanza!

Fare, Avere O Essere?

La Nostra Nuova Rubrica: Pillole Per L’Anima!

12 Set

Settembre: Frutta e Verdura Di Stagione!

In Gli Alimenti Del Mese by Stella Bellomo / settembre 12, 2017 / 0 Comments

Settembre è il mese dell’uva e delle carote di campo!

L’estate sta finendo e per chi sceglie di mangiare frutta e verdura locale e di stagione, godendo della genuinità e del sapore dei prodotti della terra e contribuendo a sostenere non solo l’ambiente, ma anche le piccole aziende agricole locali, vediamo cosa propone quest’ultimo raccolto estivo!

Riprendiamo lavoro e scuola con la giusta carica settembrina!

Le vacanze sono ormai un piacevole ricordo che ci scalderà il cuore durante il freddo periodo invernale e per quasi tutti noi è ormai ora di pensare all’autunno in arrivo.

Quale frutta e verdura ci offre la natura in questo mese di transizione dal caldo al freddo?

Regina della frutta in settembre è senza dubbio l’uva! Zuccherina, bianca e rossa, è finalmente pronta per essere colta e gustata! Dalle tante proprietà antiossidanti, il sapore dolce e la consistenza croccante e succosa allo stesso tempo, questo dolcissimo frutto, sembra venirci in aiuto contro lo stress dei nuovi impegni grazie al suo elevato contenuto di vitamine amiche del sonno come la vitamina B6, che aiuta a rilassare i nervi e combattere l’insonnia alla A e alla C, che migliorano la circolazione assicurando uno stato di benessere generale. L’uva rigenera il corpo e regolarizza l’intestino. Indicata in caso di anemia e affaticamento, uricemia e gotta, artrite, vene varicose, iperazotemia, malattie della pelle.

L’uva ha proprietà antiossidanti e anticancro, dovute soprattutto al contenuto di polifenoli e di resveratrolo, presente nella buccia dell’uva nera. Ha inoltre proprietà antivirali, grazie al contenuto di acido tannico e di fenolo, in grado di contrastare il virus dell’herpes simplex (applicazioni di succo d’ uva o di mosto sulle labbra affette da herpes ne velocizzano la guarigione). L’ uva Risulta anche particolarmente utile in caso di stitichezza. Gli acini ridotti in puré, applicati sulla pelle di viso e collo, hanno un’azione astringente e rivitalizzante. Chi soffre di disturbi digestivi, dovrebbe mangiare gli acini d’uva senza buccia e semi. Deve essere consumata con moderazione in caso di diabete e obesità.

FRUTTA DI SETTEMBRE: Anguria, fichi, fichi d’India, frutti di bosco, limoni, melagrane, mele, meloni, pere, pesche, prugne, susine, uva.

VERDURA DI SETTEMBRE: Aglio, bietola, broccoli, broccolo romanesco, carote, cavolo verza, cavolo cappuccio, cavolfiore, cetrioli, cicoria, cime di rapa, cipolle, fagioli, fagiolini, fave, finocchi, frutta in guscio, funghi, indivia, lattuga, legumi secchi, melanzane, patate, peperoni, piselli, pomodori, porri, ravanelli, rucola, scalogno, sedano, sedano rapa, spinaci, taccole, zucca, zucchine.

AROMI DI SETTEMBRE: Basilico, maggiorana, peperoncino, prezzemolo, rosmarino, salvia.

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

11 Set

Nuovo Dominio .swiss

In Bloom & Blog by Bloom Sisters / settembre 11, 2017 / 0 Comments

Garanzia di origine svizzera inequivocabile!

Nuovo sito: maggiore dinamicità, migliorati design e aspetti tecnici.

Un ulteriore passo avanti per la Bloom Sisters Sagl verso orizzonti sempre più professionali.
L’esclusività e l’alta qualità del nostro prodotto ci portano risultati incredibili!

29 Ago

I Semi Di Girasole

In La Farmacia Della Natura by Stella Bellomo / agosto 29, 2017 / 0 Comments

Una sferzata di energia!

“Ogni volta che avrai fame, ti sentirai stanco o avrai voglia di qualcosa di dolce assicurati sempre di avere a portata di mano una manciata di semi di girasole. Ti faranno sentire subito meglio!” G.MK

I semi di girasole sono tra i migliori energizzanti in natura!

Massaggiano e tonificano l’intestino, facendo giungere sangue ed energia a tutti i meridiani.

Rafforzano milza e pancreas, organi direttamente coinvolti nella produzione di energia che, in questo modo riesce a distribuirsi liberamente in tutto l’organismo. Si contraddistinguono per il loro contenuto di acidi grassi considerati essenziali, tra i quali troviamo l’acido folico, particolarmente consigliato in gravidanza per il corretto sviluppo del nascituro, e l’acido linoleico, impiegato da parte del nostro organismo per la formazione degli acidi grassi omega 3, ritenuti molto utili per la protezione del cuore.

Inoltre i semi di girasole contengono vitamine del gruppo B, Vitamina A, D e vitamina E, la quale è in grado di svolgere una funzione antiossidante e di proteggere le cellule del nostro corpo dall’invecchiamento.

Tra i sali minerali contenuti nei semi di girasole, ritroviamo la presenza di ferro e di zinco, oltre che di fosforo. Presentano anche un contenuto da non sottovalutare di manganese e di potassio.

I semi di girasole sono inoltre indicati per la prevenzione delle malattie respiratorie. La vitamina E in essi contenuta è stata individuata come un elemento in grado di proteggere i polmoni dallo stress ossidativo. Il consumo di semi di girasole è ritenuto utile per la prevenzione del cancro, con particolare riferimento al loro contenuto di selenio.

COME USARE IL GIRASOLE:

Mangiate semi di girasole ogni volta che lo desiderate, anche come spuntino all’ora di pranzo. L’ideale sarebbe di mangiarne un paio di manciate ogni giorno, oppure ogni due giorni e germogli di girasole dalle due alle tre volte alla settimana.