Cosa possiamo fare per sostenere i nostri bimbi in questa fase di cambiamento annuale tra inizio scolastico e inizio della nuova stagione?

I ritmi scolastici e gli impegni pomeridiani tra sport, lezioni di musica e altre attività extrascolastiche sono ripresi a pieno regime e ai nostri piccoli di casa è richiesto su questo fronte sicuramente un grande impegno psico-fisico ed emotivo!

In questo articolo vogliamo darti degli spunti per capire come aiutarli ad affrontare al meglio il cambio di stagione, da un lato tenendo presente i ritmi della natura e dall’altro non dimenticando la fatica e lo stress a cui sono sottoposti.

Il primo fatto di cui tenere conto è questo: se per noi esseri umani, con l’arrivo di settembre, sono aumentati i ritmi e gli impegni ai quali far fronte, le sveglie presto la mattina, le ore di studio e (per noi adulti) anche il lavoro e le faccende domestiche quotidiane, per la Natura, invece, i ritmi vitali stanno rallentando, le ore di luce solare diminuiscono progressivamente e presto le temperature scenderanno.

Per la Natura, infatti, il cambio di stagione, con l’inizio dell’autunno, segna un progressivo e silenzioso ritorno all’interiorità. In questa fase di passaggio e graduale mutamento, noi abbiamo molti più impegni, mentre la Natura raccoglie le energie e si prepara al riposo invernale.

Come sempre, l’ambiente intorno a noi, ci mostra che il cambiamento, in questo caso autunnale, è un passaggio essenziale a sostegno di un equilibrio che si fonda su un’alternanza ciclica. Resistere ai cambiamenti in Natura significherebbe infatti bloccare i processi rigenerativi…il fluire delle acque, la danza del vento, lo sbocciare dei fiori, il seccarsi dei rami e il cadere delle foglie.

Uomo e Natura sono strettamente collegati e ogni cambiamento nell’una, influenza inevitabilmente anche l’altro. Vale per noi e per i nostri bambini, anch’essi sensibili ai mutamenti stagionali. È possibile riconnettersi con la Natura, osservandone i cambiamenti e cercando il più possibile, compatibilmente con i propri impegni giornalieri, di avvicinarsi ai suoi ritmi.

Ecco cosa si potrebbe valutare di fare tutti insieme in famiglia, piccoli accorgimenti che possono fare la differenza:

ADEGUARE L’ALIMENTAZIONE:

Il primo consiglio per rinforzare l’organismo e prepararsi al cambio di stagione nel modo migliore è quello di porre attenzione all’alimentazione dei nostri bimbi.

Il cibo di cui ci nutriamo ogni giorno è molto importante per mantenerci in salute, in forze e aiutarci ad affrontare al meglio gli impegni della giornata. Ciò di cui ci alimentiamo diventa parte di noi, delle nostre cellule del nostro corpo…e ha la capacità di darci o toglierci energia. Proprio per questo va sempre posta particolare attenzione a tutto ciò che viene proposto ai bambini fin da piccoli. Abituarli a un’alimentazione ricca di ingredienti naturali e genuini, alla frutta e verdura fresche e stagionali, alla frutta secca così naturalmente energetica, a dolci sani e fatti in casa, è il primo passo verso un’ottima educazione alimentare.

Siamo i primi nutrizionisti dei nostri figli e il nostro ruolo in fatto di alimentazione è davvero importante!

Un menù vario, completo, stagionale e di qualità è la base per partire con il piede giusto e affrontare al meglio l’inizio dell’autunno! Vale per noi adulti e naturalmente anche per i nostri bambini in fase di crescita.

Nel cambio di stagione, ancor più che durante il resto dell’anno, è bene scegliere alimenti ricchi di minerali e di grassi polinsaturi di eccellente qualità. Oltre a una variazione giornaliera di cereali, proposti anche in forma integrale, frutta e verdura fresche stagionali dai colori caldi e vibranti, proteine principalmente vegetali correttamente combinate e alimenti genuini che prepareranno i bimbi al successivo arrivo dell’inverno, l’importante è creare ogni giorno piatti colorati e salutari che richiamino entrambe le stagioni, che siano il più possibile completi, equilibrati e allo stesso tempo forniscano loro tutto ciò che serve per crescere e avere energie.

Per affrontare il cambio di stagione e l’autunno, può essere utile anche rivolgersi ai consigli dell’Ayurveda, la medicina tradizionale indiana. L’Ayurveda suggerisce di iniziare la giornata con una colazione a base di cereali, fiocchi d’avena o quinoa e di scegliere durante gli altri pasti alimenti come zucche, carote, patate, tuberi e radici in generale, poiché si tratta di cibi legati alla terra, in grado di contrastare l’effetto eccessivo di Vata, che caratterizza l’autunno come stagione ventosa, che può portare con sé aridità e disidratazione a livello della pelle e dell’organismo.

Si può scegliere inoltre di completare la normale alimentazione quotidiana con l’aggiunta di integratori naturali a base per esempio di pappa reale o miele di Manuka. Ricostituenti e nutrienti sotto vari aspetti.

APPOGGIARE IL SISTEMA IMMUNITARIO:

Il cambio di stagione è uno dei momenti migliori anche per rinforzare il sistema immunitario e aumentare le difese in modo naturale. 

Come? Bevendo succhi freschi di verdura per esempio, aumentando le porzioni di frutta e vegetali freschi. Il sistema immunitario si rinforza grazie anche all’assimilazione di nutrienti essenziali quali vitamine, sali minerali, elementi in traccia, … elementi che non troviamo in cibi pronti o troppo raffinati!

La frutta dovrebbe sempre caratterizzare almeno uno dei due spuntini giornalieri dei bambini. Da proporre sempre fresca, a metà mattina e a metà pomeriggio, magari con l’aggiunta di qualche frutta secca a guscio come mandorle, pistacchi, noci e nocciole. 

Da non dimenticare anche i probiotici e i cibi fermentati, per dare una sferzata di energia al sistema immunitario sono e utilissimi anche perché sono essenziali per nutrire la flora batterica. Una flora batterica equilibrata e sana è indispensabile per una buona difesa immunitaria e non solo…se non lo sapevi puoi leggere il nostro articolo sul microbiota per capire meglio.

 Articolo di approfondimento: “IL MICrOBIOTA INTESTINALE”

Oppure puoi leggere anche questo: “NUTRIZIONE E SALUTE: IL RUOLO DEL MICROBIOTA”

Infine, un eccellente alleato offerto dalla Natura è la gemmoterapia! I gemmoderivati possono dare un ottimo appoggio rinforzando dolcemente e dall’interno le difese dei bambini (e degli adulti). Ti consigliamo la miscela di gemmoderivati specifica per le Difese immunitarie.

IL RIPOSO NOTTURNO:

Se durante l’estate le lunghe giornate, le ore di luce prolungata e il clima mite invogliano a restare svegli più a lungo la sera, con l’inizio della scuola è fondamentale tornare alle abitudini di riposo notturno che permettono il giusto recupero fisico e mentale necessario ai bambini.

Un riposo che per i bambini in età scolastica dovrebbe sempre essere di almeno 9-10 ore per notte.

Cenare prima la sera, quasi dopo il calare del sole e andare a nanna entro le 20.00, sono due modi semplici e facilmente applicabili, per avvicinarsi ai ritmi della Natura e permettere ai bimbi di avere sempre il tempo per rigenerarsi al meglio.

Inizia gradualmente, per esempio anticipando la cena di mezz’ora.  Una fantastica strategia è quella di fare il bagnetto e mettere il pigiamino già prima di cena. Prima di mangiare vanno fatti anche i compiti e una volta finiti conviene preparare già lo zaino per la scuola del giorno seguente. Tutto deve già essere in ordine.

Questo accorcerà ulteriormente i tempi. Dopo aver cenato, infatti, ci sarà ancora un po’ di spazio per giocare tranquilli, leggere una favola della buonanotte e spegnere la luce prima delle 20:00.

Come buona partica per prepararsi al sonno si può valutare un rituale, per esempio noi usiamo spalmare un leggero strato di Bloom Pomade la sera, prima di spegnere la luce, facendo un dolce e breve massaggio sotto ai piedini, sulle tempie, sui polsi e dietro la nuca. Questo perché questa pomata agisce anche a livello emotivo, calma molto e porta tranquillità. I bambini l’adorano e si coricano con serenità.

RENDI LA TUA CASA PIÙ HYGGE:

L’autunno è fisiologicamente la stagione che porta con sé l’inizio del freddo, delle giornate piovose e dei cieli dal colore cupo. Aspetti che, dopo mesi di belle giornate e di sole, possono favorire una certa malinconia non solo negli adulti, come si potrebbe erroneamente pensare, ma anche nei bambini. 

Tanti animali preparano la loro tana per le stagioni fredde…possiamo farlo anche noi! 

In autunno e inverno la casa diventa l’ambiente in cui la sera si passerà necessariamente più tempo e se in primavera si fanno grandi pulizie, in questo periodo sarebbe altrettanto importante adornare le stanze di colori, accendere stufe e caminetti e apportare quelle piccole migliorie che daranno nuovo calore e atmosfera agli ambienti. 

Una delle filosofie svedesi, luogo nordico in cui bisogna avere a che fare con il clima freddo e grigio per gran parte dell’anno, l’HYGGE, ovvero la filosofia del rendere le cose più accoglienti, potrà sicuramente ispirarti. 

Crea nuovi angoli confortevoli in casa senza stravolgere la disposizione dei mobili. Aggiungi coperte morbide, cuscini colorati e allegri sui divani. Lascia a disposizione libri ispiranti. Ceste con oggetti utili. Candele. 

L’Ayurveda consiglia inoltre di circondarsi di profumi e aromi dolci, anche sotto forma di tisane e di ascoltare i suoni piacevoli della natura, come la pioggia e l’acqua di un torrente che scorre, per concedersi un momento di relax. 

Puoi anche valutare l’idea di diffondere profumi ed essenze nella casa. L’aromaterapia è oramai riconosciuta e agisce anche sull’umore. Puoi valutare anche di utilizzarne diverse a seconda del momento della giornata: lavanda e vaniglia al mattino, arancio amaro, limone, sandalo e legno di cedro alla sera!

RITAGLIARSI DEL TEMPO PER STARE TUTTI INSIEME:

Continuate a passeggiare e a trascorrere tempo all’aria aperta ogni volta che il clima lo permette. Basta coprirsi bene e proteggere le parti del corpo esposte come mani e viso con una crema protettiva naturale, ce ne sono di vari tipi, anche la Bloom Pomade aiuta e protegge anche in questi frangenti. 

Un altro momento importante in cui stare insieme è la sera, i papà sono rientrati dal lavoro e per i bimbi è un momento importante. La cosa migliore sarebbe creare proprio un piccolo rituale personale, in cui vi rilassate tutti e lasciate che si sciolga lo stress della giornata. Se anche i grandi fanno vedere che la sera rallentano e si godono la casa e un riposo notturno anticipato in perfetta sintonia con i ritmi autunnali i bambini faranno lo stesso!

Articolo di Stella Bellomo e Barbara Lupi

Potrebbero interessarti anche gli articoli:

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro Bloom & Blog.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This