Un pH corporeo alcalino dovrebbe essere la condizione fisiologica naturale di un organismo sano e perfettamente funzionante.

Più precisamente, il pH ottimale per godere di buona salute varia da un valore compreso tra 7.39 e 7.41.

Oltre a una condizione di salute generale e benessere, sono molte le ragioni per cui è importante avere un pH alcalino (puoi approfondire il tema leggendo il nostro articolo “Perchè é importante avere un ph alcalino?”) e diversi i modi in cui raggiungerlo e mantenerlo.

Diverse sono anche le variabili che possono significativamente modificare il pH corporeo.

Uno di questi fattori, fondamentali nell’influenzare e agevolare un pH alcalino, è certamente l’alimentazione, ovvero il cibo che scegliamo di consumare ogni giorno.

L’acqua che beviamo è un altro pilastro fondamentale nel determinare il nostro stato di benessere psico-fisico ed è di estrema importanza sia per rimanere sani nel tempo che per ritornare ad uno stato di salute.

Scopriamo insieme perché:

Così come il nostro pianeta, in maniera analoga, i nostri corpi sono costituiti per il 70% di acqua ossia ne contengono da 38 a 49 litri.

Immagine di acquasantacroce.it

Tutti i nostri organi, sono prevalentemente composti da acqua:

i muscoli e il cuore sono acqua per il 75%,

il cervello ed i reni per l’83%,

i polmoni per l’86%,

il sangue per il 94%

e gli occhi per il 95%.

Le cellule del corpo sono sane, tanto quanto lo sono i fluidi in cui sono immerse, in quanto fra di loro avviene uno scambio costante.

Ecco perché una delle cose più importanti che possiamo fare è bere della buona acqua e di farlo in abbondanza nell’arco della giornata.

Purtroppo l’acqua imbottigliata e spesso anche quella  da rubinetto sono di dubbia qualità.

Un’acqua non buona può, effettivamente, rendere malati e stanchi.

Che acqua bevi ogni giorno?

Bere acqua pura, vitale, incontaminata e possibilmente con un pH alcalino, che sia ricca di elettroni, è tanto importante quanto mangiare cibi alcalini ricchi di enzimi vivi, vitamine, proteine, sali minerali e oligoelementi.

Se si beve quotidianamente acqua inquinata, immaginate la devastazione che questa produrrà nel corpo!

L’acqua nelle bottiglie di plastica:

Le bottiglie di plastica, che oggi vanno per la maggiore, vengono fabbricate con un composto conosciuto come polietilene tereftalato -PET-, un elemento chimico che è in grado di trasmettere precisi elementi all’acqua. Significa che esiste una possibilità che l’acqua in bottiglia che acquistiamo sia alterata e acidificata a causa delle particole che possono disperdersi dal PET (ftalati, formaldeide e acetaldeide, antimonio). Anche le autorità sanitarie affermano che sono indubbiamente nocive, ma si difendono dichiarando che se le acque sono conservate in luoghi non esposti al sole e non sono esposte a importanti cambi climatici o di temperatura, allora le concentrazioni di tali sostanze nocive sono talmente basse da non rappresentare rischi diretti. Oggi però l’acqua in bottiglia che acquistiamo può essere in circolazione da anni, aver affrontato viaggi di km e km sotto pioggia, gelo, sole cocente,…

Un’acqua con pH alcalino superiore all’8, invece, neutralizzerà i rifiuti acidi accumulati per effetto dell’alimentazione e del metabolismo e, se consumata giornalmente, in associazione con una buona dieta, rimuoverà delicatamente gli acidi dal corpo.

Siamo letteralmente ciò che beviamo.

Se beviamo acqua acida, saremo acidi.

Se beviamo acqua alcalina, saremo alcalini.

Un’appropriata idratazione conserva le nostre cellule sane e il nostro pH in equilibrio, in maniera che il corpo stesso possa essere sano.

Se le cellule non ricevono i minerali tampone necessari da ciò che forniamo loro attraverso cibo e acqua, andranno a estrarre i minerali alcalini dalle ossa, dai muscoli e da altre parti del corpo, lasciando indifese queste aree.

Ad oggi, è ragionevole presumere che tutte le acque disponibili al supermercato e molte di quelle del rubinetto (quelle trattate con l’osmosi inversa e quelle distillate) contengano comunque degli agenti contaminanti.

Visto che per una salute ottimale ci occorre acqua pura, possibilmente alcalina, vitale, carica di elettroni e con una struttura molecolare ideale, il consiglio che vi diamo è di considerare l’idea di migliorare e/o modificare la vostra acqua del rubinetto!

Potete leggere vari consigli in questo senso nell’articolo “Acqua di Rubinetto o in Bottiglia?”

Articolo di Stella Bellomo e Barbara Lupi

Potrebbero interessarti anche gli articoli:

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro Bloom & Blog.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This