Nome scientifico: Symphytum officinale.

Symphytum deriva dal greco Symphyein che significa saldare, riattaccare, riunire, mettere insieme; Consolida, invece, deriva dal latino “saldare, consolidare”.

Famiglia: Borraginaceae

Origine: la Consolida è originaria dell’America del Nord ma è molto diffusa in Asia ed Europa sull’arco alpino, dove è stata introdotta da diversi secoli.

Proprietà e usi:

La Consolida Maggiore è una pianta officinale che cresce spontaneamente in luoghi umidi e in terreni ricchi. Nota fin dall’antichità, ha dimostrato le sue proprietà nel rinnovamento delle cellule della pelle, dei muscoli e nella formazione del callo osseo, partecipando attivamente al processo di guarigione di fratture, storte e altri stiramenti anche grazie alle sue doti antinfiammatorie.

In Dermatologia: la Consolida è una pianta utile in problemi attinenti la cicatrizzazione e in tutte le affezioni della pelle; dalle semplici infiammazioni o pruriti, alle ustioni, alle ferite più o meno profonde, alle piaghe o alle ulcere varicose che non cicatrizzano normalmente. Un aspetto interessante è il suo impiego nel trattamento delle ragadi e in tutte le altre forme infiammatorie della cute.

Nella Cosmesi: le proprietà della Consolida sono anche utili nei cosmetici per mantenere la pelle sana e integra e conferisce queste fantastiche proprietà alla Bloom Pomade!

Altre proprietà riscontrate sono: decongestionante (diminuisce l’apporto sanguigno in una data parte del corpo), astringente (limita la secrezione dei liquidi), emolliente (risolve uno stato infiammatorio) e analgesica (attenua il dolore).

In ogni caso il potere antinfiammatorio e analgesico della Consolida Maggiore vengono ampiamente sfruttati per la cura di tutte quelle affezioni della cute che richiedono un pronto intervento e nei casi di fratture ossee, lesioni delle cartilagini, infiammazioni articolari, distorsioni, dolori articolari e tumefazioni.

 

 

Parti usate:

Di questa pianta si usa prevalentemente la radice, ma analoghe proprietà, anche se più blande, sono esercitate dalle foglie e dalle sommità fiorite.

Il costituente principale della Consolida è certamente l’allantoina, di cui la pianta è ricca in tutte le sue parti: radici, foglie e steli.

La radice di Consolida, raccolta in Autunno-Inverno, è la parte più ricca della pianta e grazie al suo elevato contenuto di allantoina viene impiegata soprattutto nella preparazione di unguenti, oleoliti, pomate e macerati di ogni genere, che sono indicati nei casi di fratture ossee, lesioni delle cartilagini, infiammazioni articolari, ferite, piaghe, scottature, distorsioni, dolori e tumefazioni.

Le foglie e gli steli di Consolida, invece, che sono ricchi di mucillagini, sali minerali, allantoina, alcaloidi e vitamine, si raccolgono in Primavera, prima della fioritura e subito dopo vengono  essiccate. Possono  essere utilizzate per preparare un macerato oleoso indicato soprattutto per eczemi, micosi, edemi, vene varicose, psoriasi e tutte quelle manifestazioni cutanee caratterizzate da infiammazioni ed ulcere.

Controindicazioni:

Come la maggior parte delle erbe officinali, la Consolida ha anche alcune controindicazioni.

Più testi ne sconsigliano l’uso interno prolungato e/o abbondante per la possibilità di affezioni epatiche a causa di alcune sostanze epatotossiche presenti. In diversi stati è vietato l’uso alimentare.

 

Articolo di Stella Bellomo

Potrebbero interessarti anche gli articoli:

L’ANGELICA ARCHANGELICA

LE INCREDIBILI PROPRIETÀ DELLO ZENZERO

LA CERA D’API (CERA ALBA)

 

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro Bloom & Blog.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This