Come dice la famosa filastrocca “La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte, col cappello alla romana, viva viva la Befana!”

La festa della befana ha inizio molti secoli fa e discende da antiche tradizioni magiche. E’ una tradizione tipica solo di alcune regioni europee ed è molto meno conosciuta nel resto del mondo. Ma noi amiamo festeggiarla e voi?

E’ un modo gioioso e magico per concludere in bellezza le lunghe festività natalizie e per essere ufficialmente pronti per il nuovo inizio scolastico!

Avete già pensato a cosa metterete nelle calze dei vostri bimbi?

Scopriamo insieme com’è nata la storia della Befana, perché si festeggia con tanti dolcetti ed infine tante, tantissime idee green, naturali ed ecologiche per fare di queste calzette delle miniere di vere bontà!

Befana, cosa significa?

Il termine “Befana” deriva dal greco “Epifania”, ovvero “apparizione” o “manifestazione”. La Befana si festeggia, quindi, nel giorno dell’Epifania, il 6 di gennaio, che solitamente segna la fine delle vacanze invernali!

Secondo la tradizione, la Befana è una donna molto anziana, una vecchietta con il naso lungo e bitorzoluto, vestita con una lunga gonna orlata di tante toppe colorate, un ampio scialle di lana, un grembiule consumato con due grandi tasche capienti e in testa un bel cappello da strega.

Una vecchietta però molto arzilla, che riesce a volare da sola su una scopa portando in spalla una grande cesta, per fare visita a tutti i bambini nella notte tra il 5 e il 6 gennaio e riempire le calze lasciate appositamente appese sul camino o vicino a una finestra di tanti dolcissimi doni!

Solitamente, vuole la tradizione, i bambini che durante l’anno si sono comportati bene riceveranno dolci, caramelle, frutta secca o piccoli giocattoli.
Al contrario, coloro che non si sono comportati al meglio troveranno nelle calze pezzi di carbone o aglio. Almeno, cosi dovrebbe essere…

La Befana è un simbolo antico:

Originariamente la Befana era simbolo dell’anno appena passato, un anno ormai vecchio proprio come lo è la Befana stessa. I doni che la vecchietta porta, rappresentano invece simboli di buon auspicio per l’anno che appena iniziato.

Nella tradizione cristiana, invece, la storia della befana è strettamente legata a quella dei Re Magi. La leggenda narra che in una freddissima notte d’inverno Baldassare, Gasparre e Melchiorre, nel lungo viaggio per arrivare a Betlemme da Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una vecchietta che indicò loro il cammino. I Re Magi, allora, invitarono la donna ad unirsi a loro, ma, nonostante le insistenze la vecchina rifiutò.

Una volta che i Re Magi se ne furono andati, essa si pentì di non averli seguiti e allora preparò un sacco pieno di dolci e si mise a cercarli, ma senza successo. La vecchietta, quindi, iniziò a bussare ad ogni porta, regalando ad ogni bambino che incontrava dei dolcetti, nella speranza che uno di loro fosse proprio Gesù Bambino.

Cosa mettere nella calza dei bimbi?

In vista dell’arrivo della Befana, per evitare di ricevere troppi dolci poco sani, caramelle, cioccolatini e dolciumi vari pieni di ingredienti sintetici, pensiamo ai nostri bimbi e prepariamo loro qualcosa di speciale. 

Qualcosa che sia fatto a mano da noi quando loro non vedono e in aggiunta scegliamo dolcetti acquistati che siano senza derivati animali, senza coloranti chimici e soprattutto privi di zucchero bianco raffinato o dolcificanti sintetici come aspartame ecc.

Di seguito trovate alcune idee più naturali per riempire la calza dei vostri bimbi di tante cose buone e sane allo stesso tempo!

I dolci, naturalmente, non possono mancare!

Le caramelle:

Iniziamo da qualche diversa qualità di caramelle morbide e incartate fatte solo con succo di frutta biologico, gelificante vegetale come l’agar, agar e colorate con coloranti vegetali naturali! Alcuni tipi di caramelle sono anche completamente senza zucchero ma rese dolci da succo d’uva o di mela! Nei negozi di alimenti biologici si possono trovare una grande varietà di caramelle di ottima qualità!
Leggete sempre l’INCI però e controllate che gli ingredienti siano davvero quelli sperati!
Ci sono anche buonissime caramelle al miele, al pino dolce e agli agrumi, che oltre ad essere gradevoli da mangiare sono benefiche allo stesso tempo! Non fate mancare qualche liquirizia naturale. Lecca, lecca fatti solo con succhi e niente zuccheri raffinati.

I cioccolatini:

Naturalmente, i cioccolatini, non possono mancare nella calza della Befana!

Oggi si trovano tantissimi cioccolatini davvero buonissimi che contengono al loro interno un’alta quantità di cacao ed è possibile acquistare il cioccolato crudo, ricchissimo di ottime qualità nutrizionali!

Un’idea simpatica potrebbe essere quella di aggiungere nella calza un sacchetto di cacao crudo per fare poi insieme una deliziosa cioccolata calda!

Si può inserire nella calza anche un barattolo di nocciolata al cioccolato fatta in casa, perfetta da spalmare su una bella fetta di pane, sui pancakes o per accompagnare i biscotti secchi.

I biscotti:

Si possono poi preparare in casa biscottini semplici e divertenti, magari a forma di calza decorati con allegri dettagli colorati. In commercio si possono trovare coloranti naturali al 100% che mischiati allo zucchero a velo formano una glassa bellissima per decorare i biscotti e renderli simpatici, a tema e personalizzati!

Piccoli oggetti:

Si possono mettere oggetti utili di cancelleria per rinfrescare gli astucci di quel che si è consumato nei mesi appena trascorsi ed essere pronti per il rientro a scuola. E’ anche questo un bel messaggio per ricordare ai bimbi l’importanza della scuola, che le vacanze sono finite ed è ora di ricominciare al meglio con il materiale scolastico in ordine e tanta voglia di impegnarsi!

Si può anche aggiungere un piccolo gioco. Un gesto simbolico per aggiungere qualcosa di ludico alla calza. Può anche essere un giocattolo di seconda mano o qualcosa di semplice come un puzzle o un gioco di società.

Frutta fresca e frutta secca:

Infine come sempre le idee migliori per la calza della Befana vengono dalle nostre nonne che per lasciare ai bambini un messaggio di sane abitudini non dimenticavano mai di mettere nella calza frutta di stagione come arance e mandarini e frutta secca come noci, nocciole, mandorle e datteri e fichi secchi.

Per rinforzare il messaggio sulla salute non dimenticate di aggiungere in ogni calza uno spazzolino da denti nuovo, possibilmente ecologico in bambù, un dentifricio e il filo interdentale! La Befana infatti pensa a rendere felici i bambini ma non si dimentica mai della benessere dei loro dentini!

Quasi dimenticavamo…e il carbone???

Beh! Per questo, a voi la scelta.

Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

Potrebbero interessarti anche gli articoli:

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro Bloom & Blog.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This