Pace, natura incontaminata, specchi d’acqua cristallina, piacevoli passeggiate e bagni rigeneranti…ecco cosa possiamo trovare a due passi da casa nostra, tra le nostre montagne e verdi colline…il tutto con la giusta attenzione e rispetto!

Vogliamo dunque ricordarti a cosa bisogna stare attenti quando si sceglie la natura incontaminata e quali regole di rispetto sarebbero auspicabili per essere gentili con Madre Terra.

Quando fa caldo e sei in cerca di una destinazione fresca e rilassante in mezzo alla natura in cui poter fare un piacevole bagno d’acqua dolce potresti pensare ad una giornata al lago o al fiume! Spesso optiamo per la piscina, ma vicino a noi o non molto distante dal luogo in cui viviamo, possiamo trovare delle meravigliose e incontaminate destinazioni in cui poterci rilassare e fare bagni rinfrescanti in acque limpide e pure! Ne abbiamo di molto conosciute e frequentate dai turisti, ma ce ne sono anche di più intime e selvagge che possono fare al caso tuo.

Quando si tratta di laghi, fiumi e torrenti, l’importante è scegliere quali località lacustri o vicino a fiumi e torrenti poter visitare, in base alle proprie esigenze, ma anche a chi verrà con noi: bambini, anziani o soltanto adulti!

Quando in pianura il caldo raggiunge i 35/40 gradi, infatti, viene subito voglia di trovare luoghi freschi e adatti per potersi bagnare allontanandosi dalla calura. Senza salire di quota la prima meta è il lago! Si può optare per località fino a 1000 metri se si vogliono trovare temperature ancora calde, infatti a queste altitudini non è raro trovare temperature intorno ai 30 gradi d’estate. Se invece l’obiettivo sono davvero temperature più fresche bisogna necessariamente salire maggiormente di altitudine!

In questo articolo green, che approfondisce il tema delle vacanze low cost fuori porta, ti diamo tanti consigli, idee e suggerimenti per divertirti in sicurezza con i tuoi cari nuotando spensierata/o tra acque dolci e ristoratrici!

LAGHI, FIUMI E TORRENTI: SCOPRI QUALE SOLUZIONE È QUELLA PERFETTA PER TE!

1 – Laghi:

Tra i posti più visitati durante la stagione estiva troviamo i laghi di pianura e di montagna! Perfetti come meta per famiglie, giovani, escursionisti, sportivi… Il fascino dei laghi è unico e anche nelle giornate di sole regala occasioni di divertimento e relax in compagnia.

Ogni lago si distingue da un altro vantando una propria unicità, una propria bellezza e diverse possibilità di intrattenimento. Dai piccoli laghi d’alta quota fino ai più grandi laghi delle vallate, dove generalmente sono disponibili strutture turistiche attrezzate e nei quali è possibile praticare sport d’acqua come la Vela ed il kite-surf. Una giornata al lago può anche semplicemente significare godersi la natura e vivere uno splendido momento all’aperto, in quel caso magari la scelta ricade in un angolo più intimo e piccolo di un lido attrezzato e affollato.

I laghi di montagna sono certamente l’ideale per fuggire dal caldo, l’acqua fresca mitiga il clima e si può trovare refrigerio anche dall’aria un po’ più frizzante (soprattutto all’ombra delle piante) oltre che con un bel bagno. In questo periodo i laghi di montagna più facilmente raggiungibili e accessibili vengono letteralmente presi d’assalto proprio per questo motivo, sia dalle famiglie con bambini, sia da gruppi di amici … il lago soddisfa veramente le esigenze di tutti.

I piccoli laghi di montagna che si trovano nelle alture sono sempre molto apprezzati dagli amanti delle passeggiate. In questi casi, il refrigerio dato dal bagno cade in secondo piano rispetto alla bellezza e all’avventura di raggiungere il luogo. Ci si gode il viaggio, più che la destinazione. Godere di piacevoli escursioni tra i monti, magari raccogliendo mirtilli selvatici e facendo un pic-nic al limitare di una radura è possibile anche con i bambini, basta informarsi e scegliere la meta adatta! In questo caso puoi organizzarti con zaini, coperta e panini, portando con te tutto l’occorrente per un pranzo al sacco, oppure informarti se alla fine della tua escursione è aperto un rifugio in cui mangiare cucina tipica e fermarti a prendere un po’ di sole sulla terrazza attrezzata che potrai trovare in quota.

Quando si va in montagna è bene ricordare che la natura richiede anche attenzione e buonsenso.

Quando si va in montagna è bene ricordare che la natura richiede anche attenzione e buonsenso. Stare in natura è sicuramente bello, ma in certi frangenti può anche essere pericoloso! Non dimenticare, quindi, di portare sempre con te un piccolo kit di pronto soccorso, della crema solare ad alta protezione, perché il sole montano è forte (l’aria fresca non ti permette di percepire in tempo che ti stai scottando la pelle!), degli occhiali da sole, il cappellino, una cartina geografica della zona, delle borracce, qualche indumento di ricambio come calzettoni e maglietta, in caso dovessi sudare o bagnarti inavvertitamente i piedi. Se con te ci sono bambini dovrai pensare anche a loro con un ulteriore occhio di riguardo anche per un maglioncino o una giacca a vento. In montagna il clima cambia velocemente e potresti averne bisogno!

Il grande lago di pianura offre temperature più alte rispetto alla montagna, ma è adatto a chi vuole rilassarsi con tutti comfort del caso. Nei lidi lacustri, infatti, puoi trovare ombrelloni, sdraio, pedalò, bar, tavole calde e ristorantini tipici per goderti una intera giornata in totale relax! In questo caso forse non avrai la pace e solitudine che possono offrirti i boschi e la montagna, ma potrai divertirti con la tua famiglia come se fossi al mare, senza onde alte e acqua salata. Non dovrai preoccuparti di portare con te pic-nic a meno che tu non lo voglia perché troverai a portata di mano tutto quello che ti servirà lì sul posto!

Le insidie dei laghi:

Fare il pic-nic al lago di per sé è piuttosto sicuro, sia che sia un lago di montagna sia che sia un lago grande di vallata o città, ma fare il bagno nei laghi può essere anche pericoloso! Ecco cosa tenere sempre a mente per evitare situazioni spiacevoli e pericolose: 

  • Mai tuffarsi accaldati! La differenza repentina di temperatura è mal sopportata dal nostro corpo, possono insorgere crampi che poi non ti permettono di nuotare bene e stare a galla, oppure puoi avere un vero e proprio malore di congestione da shock termico.
  • Valutare dove si vuole fare il bagno e osservare se ci sono cartelli indicatori che segnalano una zona pericolosa, nei laghi possono esserci anche dei mulinelli insidiosi che ti trascinano sott’acqua oppure correnti che trascinano al largo.
  • Quando non si conosce il luogo la cosa migliore da fare è restare dove si tocca, evitare nuotate e tuffi e limitarsi ad un semplice bagno rinfrescante.
  • Evitare di bagnarsi dopo aver mangiato, soprattutto se la temperatura dell’acqua è bassa. In genere vale la stessa regola della piscina, bagnarsi dopo circa due ore dal pasto. 

Il portale www.ticino.ch ti offre tantissime indicazioni su cosa si può fare nel nostro bel Cantone, offre anche info sulle caratteristiche del territorio, sulle strutture turistiche per sportivi o famiglie, le possibili attività o sport da praticare, degli itinerari escursionistici e puoi anche trovare la lista dei laghetti di montagna ticinesi dove poter andare in estate!

Puoi anche visitare il sito o seguire sui social Tipsweeck.ch che propone tante idee per il fine settimana in Ticino e ti mantiene sempre aggiornato su eventi e giornate speciali!

2 – Fiumi e torrenti:

Come i laghi d’altura anche i torrenti di montagna sono una buona soluzione per passare una giornata al fresco! I torrenti infatti offrono acqua cristallina e temperature gradevoli in cui ci si può divertire in acqua (dove possibile) e per chi vuole prendere un po’ di tintarella, stendersi al sole con una leggera brezza di sottofondo.

Potenzialmente più difficoltosi dei laghi sia da raggiungere che da sperimentare, i torrenti non sono adatti ai bambini piccoli che hanno da poco imparato a camminare. Se vuoi davvero rilassarti con loro, meglio optare per i laghi! Ma sono sicuramente fantastici con bimbi più grandicelli per un bel pic-nic avventuroso e divertente.

“Campeggiare” per la notte lungo un torrente di montagna non è mai indicato, potrebbe ingrossarsi repentinamente, sia per l’apertura di una diga a monte, sia in caso di temporale improvviso nella ona dove nasce il torrente, che magari è piuttosto lontana da dove sei tu e non noti. Si possono comunque fare escursioni lungo il suo percorso, ottima soluzione per chi cerca un compromesso tra attività fisica e fuga dal caldo. Lungo i torrenti di montagna tendenzialmente la temperatura è più bassa di alcuni gradi, l’acqua che scorre rinfresca l’aria e il clima è super gradevole. 

Attenzione alle vipere che possono passeggiare tra le rocce o essere arrotolate su un bel sasso caldo dal sole, attenzione alla melma che si deposita sui sassi e che può renderli scivolosi e ribadiamo: attenzione alle ondate di acqua che potrebbero verificarsi in caso di apertura della diga a monte del torrente. Queste tre accortezze renderanno le tue giornate allegre e indimenticabili! 

Come per le escursioni in montagna anche in questo caso attrezzati con crema solare, costumi da bagno, tuta da ginnastica o vestiti caldi per i bambini se dovessero essere molto infreddoliti dopo un bagno nelle acque fredde del torrente, cibo, acqua e un kit di pronto soccorso.

Le insidie dei torrenti e dei fiumi:

In generale valgono le stesse regole che abbiamo menzionato nella sezione dei laghi, ma bisogna sicuramente aggiungere un paio di dettagli importanti: 

  • Oltre ai mulinelli e alle correnti, che rispetto ai laghi sono più frequenti e più forti, è importante sapere che i massi attorno ai fiumi, che generalmente sono belli ed invitanti perché sono lisci e levigati, sono insidiosi e scivolosi. Non bisogna mai camminare o saltare da un sasso all’altro quando si è bagnati, e comunque ci si deve muovere sempre con attenzione.
  • Anche quando si cammina nell’acqua piuttosto bassa bisogna fare attenzione, nel fiume i sassi sono sempre molto scivolosi e in genere sono coperti da una sottile patina viscida che porta a perdere molto facilmente l’equilibrio.
  • Non basta basarsi sull’apparenza visiva per determinare la forza della corrente di un fiume, in genere anche un fiume che apparentemente può sembrare lento e tranquillo nasconde una grande forza e correnti inaspettate, immergiti sempre in sicurezza, non ti allontanare troppo dalla riva e valuta sempre quante persone ci sono in quella zona a fare il bagno per capire se è sicura o meno.

Rispetta sempre i luoghi che visiti:

La Natura ci dona e ci offre gratuitamente tantissimi luoghi stupendi, rinfrescanti, rilassanti e rigeneranti. Da parte nostra è indispensabile avere un’attenzione e un riguardo rispettoso che richiede semplici regole.

Perché?

Innanzitutto, per essere sicuri di poter tornare e trovare ancora il luogo incontaminato e dalla bellezza naturale come la prima volta. Una spiaggetta di sabbia fine, a lato di un riale dai colori smeraldo, piena di bottiglie rotte e rifiuti di plastica pensiamo non piaccia nemmeno a te…

Hai usato un sacchetto o uno zaino per mettere il cibo che hai mangiato durante il tuo fantastico pic-nic? Allora hai sicuramente ancora lo spazio per riportarti a casa ciò che resta del tuo spuntino: bottiglie vuote, carte, involucri di plastica, stoviglie usa e getta,…

Hai scelto di fare una grigliata? Ricordati di spegnere bene il fuoco, anche con dell’acqua e separa nuovamente i sassi che hai usato per fare il fuoco, riporta il più possibile tutto com’era quando l’hai trovato.

Infine, purtroppo ci sono persone che non hanno avuto un buon insegnamento da parte dei loro genitori su come essere rispettosi verso la natura, quindi può capitare di arrivare in un posto e trovare i rifiuti di altri… il nostro consiglio? Non ti arrabbiare, fa male solo a te, scegli di seguire il tuo cuore e di essere vicino/a alla natura, carica il tutto nel tuo sacchetto dell’immondizia che hai portato per la tua gita e fai una buona azione, non ti costa molto, ti fa stare bene e la natura ringrazia.
Articolo di Stella Bellomo e Barbara Lupi

Potrebbero interessarti anche gli articoli: