Il fegato è la ghiandola più grande del nostro corpo ed è anche quella che lavora di più, adempiendo ogni giorno a centinaia di diverse funzioni.

E’ un organo importantissimo nel nostro metabolismo, in quanto svolge una serie di processi tra cui l’immagazzinamento del glicogeno, la sintesi delle proteine del plasma e la purificazione del sangue.

Inoltre il fegato produce la bile, importante nei processi digestivi. Grazie alla funzionalità epatica, infatti, è possibile assimilare i principi nutritivi contenuti negli alimenti che assumiamo attraverso la nostra alimentazione.

Se i processi digestivi migliorano, l’intestino diventa più regolare e non è più soggetto a gonfiori addominali. Di conseguenza anche la pelle risulta sana, l’incarnato di un bel colorito e luminoso e capelli e unghie appaiono forti e resistenti.

Disintossicando il fegato, si eliminano le tossine accumulate nei tessuti causa del ristagno di liquidi, si contrasta la ritenzione idrica e diminuisce anche la cellulite.

Il buon funzionamento del fegato è anche indispensabile per mantenere forte e attivo il sistema immunitario, grazie all’aumento e all’efficacia delle cellule indirizzate alla difesa del nostro organismo.

Quando è meglio disintossicare il fegato?

Sono adatti i cambi di stagione, i periodi in cui l’organismo fa fatica ad abituarsi ai nuovi ritmi, o ha protratto un tipo di alimentazione disordinata, oppure ancora la fine dell’inverno, quando abbiamo seguito una dieta più ricca di grassi.

I benefici saranno immediati, ci si sentirà più energici e vitali, seguendo alcuni semplici consigli.

Una delle possibilità che la natura ci dona per fare un buon lavoro di disintossicazione del fegato sono le gemme di alcune piante.
Oggi ti presentiamo una miscela di gemmoderivati studiata da Remedia che secondo noi è davvero ottima.

Conosciamo meglio la miscela di gemmoderivati “FEGAT” per il benessere del fegato:

Quando si vuole lavorare ad ampio spettro e in maniera completa su un organo specifico o su un apparato complesso, come accennato nel precedente articolo sulle Miscele di Gemmoderivati, è molto utile assumere composizioni sinergiche di diversi gemmoderivati insieme, proprio perché l’associazione di due o più gemmoderivati  contemporaneamente, non solo amplifica, ma completa anche il loro effetto terapeutico grazie alla sinergia che si crea tra di loro.

E’ importante ricordare che i gemmoderivati singoli hanno proprietà talvolta molto diverse a seconda della loro associazione in miscele con altri gemmoderivati.

Nella miscela che proponiamo qui ci sono arbusti di carattere prevalentemente solare, sono quelli che apportano benessere e supporto al fegato.

Composizione miscela: corylus avellana, rosmarinus officinalis, juniperus comunis, secale cereale, silybum marianum, berberis vulgaris.
La miscela di questi gemmoderivati “Fegat”, realizzata dall’azienda agricola Remedia, ha un’azione depurativa e drenante. Inoltre apporta energia di attivazione favorendo l’attività epatica e della colecisti ed è utile per facilitare i processi digestivi a carico del fegato, quindi perfettamente adatto a sostenere il suo benessere.

Caratteristiche dei singoli gemmoderivati inclusi nella miscela “Fegat”:

  • CORYLUS AVELLANA GEMME: il Nocciolo ha un’azione antisclerotizzante, restaura l’elasticità del tessuto polmonare ed epatico, stimola il midollo osseo.
  • ROSMARINO OFFICINALIS GIOVANI GETTI: il Rosmarino è utile in caso di insufficienza epatica, cirrosi, colecistiti, calcoli biliari, colesterolo e trigliceridi alti, senescenza precoce, amenorrea, dismenorrea, andropausa, menopausa, insufficiente circolazione periferica.
  • JUNIPERUS COMMUNIS GIOVANI GETTI: il Ginepro interviene su fegato, sistema urinario e apparato articolare.
  • SECALE CEREALE GIOVANI RADICI: la Segale ha un’azione epatoprotettiva e rigenerante con tropismo per fegato e cute.
  • SILYBUM MARIANUM SEMI: il Cardo Mariano ha un’azione epatoprotettiva. Indicato in caso di disturbi epatici, fegato grasso, insufficienza epatica.
  • BARBERIS VULGARIS SCORZA DI RADICI: il Crespino è indicato in caso di insufficienza renale, calcoli renali e biliari, affezioni reumatiche, epatopatie.
ASSUNZIONE:  5-6 gocce della miscela ogni 10 kg di peso, due volte al giorno.
Ottimo fare una cura depurativa a inizio primavera, mentre in caso di infezioni ripetute si consiglia di fare una cura preventiva di due mesi anche in autunno.
Articolo di Stella Bellomo per Bloom Sisters Sagl

Ti interessano gli articoli che approfondiscono l’argomento Gemmoderivati?

Leggi anche gli articoli sulle proprietà dei singoli gemmoderivati e sulle miscele più comunemente utilizzate per i disagi di stagione, le allergie  e molto altro!

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro Bloom & Blog.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This