Rilassante, antidepressivo, cicatrizzante, l’olio essenziale di Lavanda è un vero e proprio passepartout di benessere per tutta la famiglia.

Il nome botanico della Lavanda è Lavandula angustifolia, o più comunemente, Lavanda officinalis, Lavanda vera o Spico. Appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e ha origine in Europa meridionale e occidentale. Si tratta di un arbusto sempreverde a fusti eretti, con foglie lineari e fiori raggruppati in sottili spighe blu violette dall’intenso e inconfondibile profumo rilassante e piacevole!

Per ottenere l’olio essenziale di Lavanda si utilizzano sempre le sommità fiorite. Questa essenza, che ha molte proprietà terapeutiche, ha l’aspetto di un liquido viscoso di colore verde scuro, con un odore molto intenso e leggermente floreale. 

L’olio essenziale di Lavanda è uno degli oli essenziali più usati tra quelli conosciuti, perché utile in tantissime occasioni e per via della sua delicatezza sulla cute.       Quest’olio è il simbolo dell’aromaterapia e non ha particolari controindicazioni, come vedremo in seguito.

Il consiglio dell’aromaterapia è di cominciare ad utilizzare olio essenziale di Lavanda officinalis quando si è neofiti e si hanno i primi approcci agli oli essenziali, proprio perché è considerato una vera e panacea ed è polivalente.

Se sei indeciso/a su quale olio essenziale acquistare, quindi, comincia pure con l’olio essenziale di Lavanda. È davvero ottimo per alleviare i piccoli disagi della vita quotidiana.

Scopriamo insieme le proprietà e gli utilizzi dell’olio essenziale di Lavanda!

Solitamente si consiglia l’utilizzo dell’olio di lavanda esternamente, ma questo elisir della natura possiede diverse proprietà terapeutiche anche quando assunto per via orale. È davvero favoloso!!

  1. Proprietà antisettiche e antivirali. L’olio essenziale di Lavanda è un rimedio valido nel trattamento di tutti i disagi delle tipiche malattie da raffreddamento come influenza, tosse, raffreddore, sinusite, catarro. È estremamente benefico se utilizzato per fare dei piacevoli suffumigi: versa 5 gocce di olio essenziale di lavanda in un cucchiaino di bicarbonato e poi metti il tutto in una pentola con un litro d’acqua bollente. Mescola e respira i vapori che si sprigionano coprendo la testa con un asciugamano. 
  1. Proprietà antinfiammatorie e antidolorifiche. All’olio essenziale di Lavanda sono attribuite interessanti proprietà antinfiammatorie, che sembrano essere esercitate attraverso l’inibizione dell’attività della fosfolipasi C. Inoltre, da uno studio è emerso che l’olio essenziale di lavanda è anche in grado di esercitare un’azione antinocicettiva – quindi, antidolorifica – simile a quella esercitata dal tramadolo (un farmaco analgesico oppioide). Fonte MyPersonalTrainer 
  1. Proprietà sedative. L’olio essenziale di Lavanda si è dimostrato in grado di esercitare un’azione depressiva sul sistema nervoso centrale, ottenuta mediante la semplice inalazione del prodotto per via aromaterapica. Inoltre, alcuni studi hanno messo in evidenza che l’olio di Lavanda è in grado di esercitare un’azione anticonvulsivante e sedativa. 
  1. Proprietà antiallergiche. È in grado di inibire il conseguente d’istamina, riducendo in questo modo la tipica componente infiammatoria delle reazioni allergiche. 
  1. Effetti benefici sul tratto gastrointestinale. Diversi studi hanno dimostrato che l’olio essenziale di Lavanda è in grado di esercitare un’attività antispastica e ha proprietà carminative che lo rendono particolarmente utile in caso di disturbi gastrici, coliche e flatulenza. Per espletare simili attività, l’olio di Lavanda dev’essere assunto per via orale. Tuttavia, l’uso interno del prodotto dovrebbe avvenire solo dopo aver chiesto il consiglio del proprio medico. 
  1. Uno dei numerosi utilizzi dell’olio essenziale di Lavanda riguarda il trattamento della forfora. Massaggiare con regolarità il cuoio capelluto con olio essenziale di Lavanda aiuta ad attivare la circolazione e a rilassarsi e può essere utile per combattere la forfora. 
  1. L’olio essenziale di Lavanda è utile per massaggi rilassanti, antistress e decontratturanti. Lo puoi utilizzare puro o miscelato in piccole quantità con un olio vegetale di base, ad esempio olio di mandorle dolci. I massaggi con olio essenziale di Lavanda sono indicati in caso di artrite reumatoide. 
  1. L’olio essenziale di Lavanda è uno dei più indicati per il trattamento dell’acne, secondo l’aromaterapia. Inibisce i batteri che possono causare infezioni della pelle e aiuta a bilanciare la secrezione di sebo, oltre a ridurre il rischio di cicatrici. Puoi aggiungere una piccola quantità di olio essenziale di lavanda a una crema base per il viso, prima di applicarla sulla pelle nei punti critici colpiti dall’acne. 
  1. Punture di insetti. Tra i vari rimedi naturali a cui ricorrere in caso di punture di insetti troviamo proprio l’olio essenziale di Lavanda. Quest’olio è così delicato da poter essere utilizzato anche puro sulla pelle. 
  1. Sali da bagno e per pediluvi. Se vuoi concederti un bagno o un pediluvio rilassante puoi ricorrere all’olio essenziale di lavanda, che ti aiuterà a sciogliere le tensioni. Calcola di versare nel catino per il pediluvio 2 cucchiai di sale grosso sul quale avrai versato 4 gocce di olio essenziale di lavanda e di poter arrivare ad 1 bicchiere di sale grosso e a 10-15 gocce di olio essenziale di lavanda per l’acqua della vasca da bagno. Dopo il pediluvio, per completare il trattamento di benessere ai tuoi piedi, puoi massaggiarli con poca Bloom Pomade facendo una lieve e benefica pressione sotto le piante dei piedi. Bloom Pomade contiene al suo interno anche dell’olio essenziale di lavanda oltre che a diversi altri ingredienti ed è indicata per tutto ciò che è menzionato in questo articolo, proprio come l’olio essenziale puro.
Con l’olio essenziale di Lavanda puoi anche preparare un semplice deodorante naturale ed ecologico!
Puoi scegliere di farlo in polvere, da applicare poi con un piumino di cipria oppure di farlo in pasta.

Ti basterà mescolare con un cucchiaino 2 cucchiai di bicarbonato di sodio e 4 gocce di olio essenziale di lavanda. Conservalo in un barattolino e utilizzalo al momento del bisogno applicandolo sulla pelle come se fosse un talco. Per un deodorante ancora più profumato, puoi aggiungere 2 gocce di olio essenziale di geranio, e se desideri che il tuo deodorante abbia una consistenza un po’ più morbida puoi aggiungere anche uno o due cucchiaini di burro di karité o olio di mandorle, o di jojoba, o di cocco.

L’olio essenziale di Lavanda è uno degli ingredienti della BLOOM POMADE sia per le sue proprietà benefiche a livello fisico sia per la sua azione a livello emotivo:

Quando abbiamo inventato la pomata volevamo che agisse anche per placare gli spaventi, le emozioni forti, che portasse serenità, calma, che tranquillizzasse in tutte quelle situazioni di perdita del proprio equilibrio emotivo e aiutasse a riportare una sorta di centratura. Ecco perché la lavanda è uno degli ingredienti che non potrebbe proprio mancare!

Le proprietà più sottili di questo olio essenziale, infatti, sono molteplici: si tratta di un calmante emozionale e di un tonico per chi si sente giù di morale: può agire in caso di malinconia, nervosismo, ansia, astenia nervosa, irrequietezza, insonnia. La Lavanda porta dolcemente la persona a ritrovare il proprio equilibrio, favorisce la calma e la chiarezza.

Le sue frequenze inducono a bilanciare gli eccessi, attenuare i pensieri ricorrenti e il chiacchiericcio mentale e a rigenerare il sistema nervoso. Per questi motivi può risultare utile in molte circostanze: esaurimento nervoso, stress causato dall’eccesso di lavoro, irascibilità, insoddisfazione, isteria, attacchi di panico, traumi psicologici.

Puoi sfruttare le sue qualità vibrazionali e fare dell’aromaterapia:

Ti basterà versare nella vaschetta del tuo diffusore di oli essenziali un po’ d’acqua e 3-5 gocce di olio essenziale di lavanda. In questo modo la fragranza dell’olio essenziale di Lavanda si spargerà piacevolmente nell’ambiente.

Puoi creare un piccolo cuscino per avere un sonno più dolce e profondo:

Per un sonno rilassante e ristoratore prova a preparare un cuscinetto imbottito di fiori di lavanda essiccati a cui aggiungere qualche goccia di olio essenziale. Il piccolo cuscino con i fiori all’interno è una splendida idea anche per i bambini, se glielo fai vedrai che lo ameranno moltissimo! 

Eventualmente puoi appoggiare sul comodino un fazzolettino imbevuto di olio essenziale di lavanda o come accennato precedentemente utilizzarlo con un diffusore d’ambiente, se non hai tempo o voglia di preparare il cuscino.

Controindicazioni dell’olio essenziale di Lavanda:

L’olio essenziale di lavanda è considerato sicuro, per cui non ci sono particolari precauzioni alle quali attenersi. È importante ricordare però, che l’utilizzo improprio degli oli essenziali può essere dannoso anche quando si utilizzano oli, come per esempio quello di lavanda, che sono considerati assolutamente sicuri.

Articolo di Stella Bellomo e Barbara Lupi

Potrebbero interessarti anche gli articoli:

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e aggiornamenti dal nostro Bloom & Blog.

Ti sei iscritto con successo!

Pin It on Pinterest

Share This