L’olio essenziale di eucalipto è conosciuto dalla maggioranza per le sue note virtù balsamiche, fluidificanti ed espettoranti, ma ha anche altre interessanti proprietà che ti sveliamo in questo articolo, affinché tu possa conoscere meglio questo olio essenziale, uno dei rimedi naturali più utilizzati durante la stagione fredda. 

Le origini:

L’olio essenziale di Eucalipto, conosciuto per le sue numerose proprietà, è ricavato dalla pianta di Eucaliptus globulus, una pianta della famiglia delle Mirtaceae. Il suo nome botanico deriva dal greco Eucalyptos che significa “nascosto bene”, “chiuso”, questo probabilmente perché i suoi fiori, privi di petali e protetti da una membrana, restano nascosti sino al momento della fioritura. L’olio essenziale che evapora d’estate dalle sue foglie, provoca un effetto ottico simile ad un alone di colore blu che avvolge le piante. Da qui nasce l’espressione “le foreste blu australiane”. 

Originario dell’Australia, in particolare della Tasmania, l’Eucalipto è stato rapidamente esportato anche nelle regioni subtropicali dell’Asia e del bacino del Mediterraneo, tanto che diversi paesi come Cina, India, Sri Lanka, Sudafrica, Europa e molti altri hanno rapidamente integrato nell’elenco dei principali e più utilizzati rimedi fitoterapici, gli usi medicinali delle foglie di Eucalipto, di cui esistono innumerevoli qualità diverse. In Australia, già le antiche popolazioni aborigene, ne conoscevano approfonditamente le numerose virtù terapeutiche e la consideravano una specie di “panacea” di tutti i fastidi. 

Nelle aree paludose, ad alta concentrazione di zanzare, la pianta di Eucalipto veniva piantata con l’intento di bonificarle, grazie alla sua capacità di assorbire grandi quantità d’acqua.

La produzione ad usi commerciali dell’olio essenziale di Eucalipto è iniziata già nel 1860, principalmente nella zona di Victoria, in Australia. Attualmente, l’Australia, il Marocco, la Spagna e alcuni paesi dell’ex URSS sono tra i suoi principali produttori.

Oggi viene utilizzato nella produzione di colluttori e dentifrici, di numerose preparazioni farmaceutiche per varie infezioni respiratorie e per solventi endodontici utilizzati in odontoiatria. Viene utilizzato anche come sgrassante industriale e ha molti altri utilizzi che ti spieghiamo meglio in seguito.

Descrizione della pianta di Eucalipto

L’Eucalipto è un albero sempreverde alto fino a 90 metri, che in Europa troviamo soprattutto nella zona mediterranea, in cui prospera proprio grazie alla temperatura mite a lui molto favorevole. 

Il suo fusto può raggiungere i 2 metri di diametro e si presenta sempre diritto, con la corteccia liscia di una tonalità tendente al grigio-azzurro o giallo-rossastra e che si distacca in placche longitudinali, spesso di considerevole lunghezza. Le foglie hanno aspetto differente a seconda dell’età della pianta. Nei polloni e nelle piante giovani sono quasi sempre saldate fra loro alla base e di colore verde chiaro, con riflessi variabili dall’azzurrognolo, all’argenteo, al bianco-grigiastro. La loro lamina è lunga 5-15 cm, di forma ovata o lanceolata. Nelle piante adulte le foglie sono picciolate e alterne, di colore verde carico. La lamina è lunga 15-20 cm, di forma lanceolata e falcata con apice lungamente acuminato. 

La consistenza è coriacea. Le foglie e i giovani germogli emanano un forte aroma che diventa particolarmente intenso e pungente, se stropicciate per l’abbondante presenza di olio essenziale. I fiori sono solitari, portati all’ascella delle foglie, piuttosto vistosi. Il calice è conformato a coppa, percorso da costole e sormontato da un opercolo che si distacca al momento della fioritura. La corolla è assente. A maturità la capsula si apre con fenditure nella parte superiore lasciando fuoriuscire i semi di piccolissime dimensioni.

Come si ottiene l’olio essenziale di Eucalipto?

Dall’infuso delle foglie si ricavano gustose tisane, ma il prezioso rimedio naturale di cui ti parliamo dettagliatamente in questo articolo, è sotto forma di olio essenziale, un distillato in corrente di vapore che va spesso mescolato a preparazioni ad uso topico come creme, unguenti e altri oli, utilizzato puro solo se diffuso nell’ambiente, oppure disciolto in acqua con un vettore per realizzare pediluvi, deodoranti per la casa, fumenti decongestionanti e molto altro ancora.

Proprietà e benefici dell’olio essenziale di Eucalipto:

Come ogni olio essenziale abbiamo proprietà prettamente fisiche e altri benefici che sono maggiormente indirizzati sulle sfere spichica ed emotiva.
    • Stimolante delle facoltà logiche, l’olio essenziale di Eucalipto, assimilato per via aerea, aiuta a recuperare concentrazione e freschezza nei momenti di disordine e di torpore. Sul piano psichico, infatti, l’eucalipto è molto utile per chi è facilmente eccitabile. La sua energia, dalla valenza molto intellettuale, favorisce, l’apprendimento e il desiderio di evolversi in particolare nelle persone non molto attive e poco volenterose, essendo di grande aiuto in caso d’inerzia, indolenza, difficoltà di concentrazione e mancanza di interesse nel lavoro intellettuale.
    • Purificante dell’aria, se diffuso negli ambienti, l’olio essenziale di Eucalipto contrasta la propagazione di agenti biologici infettivi come i virus influenzali e parainfluenzali.
    • L’olio essenziale di Eucalipto preserva la salute e favorisce la guarigione.
    • Decongestionante, l’olio essenziale di Eucalipto sfiamma e calma l’irritazione delle mucose nasali, fluidifica il catarro su cui ha un’azione espettorante, cioè facilita l’espulsione del muco e per questo in aromaterapia è utilizzato per le inalazioni, proprio in caso di raffreddore, mal di testa causato da sinusite, rinite e tosse.
    • Antisettico, l’olio essenziale di Eucalipto svolge anche un’efficace attività antibatterica molto indicata per le affezioni delle vie urogenitali in caso di cistite, leucorrea e candidosi e può essere utilizzato per trattare infezioni come herpes, e per lenire l’irritazione provocata ad esempio da ferite e bruciature.
    • Tonificante in caso di insufficienza circolatoria, l’olio essenziale di Eucalipto, come tutti gli olii essenziali balsamici, se utilizzato per uso esterno, ha proprietà stimolanti sul sistema circolatorio.
    • Diluito in olio di mandorle e massaggiato sugli arti inferiori, l’olio essenziale di Eucalipto è un vero toccasana per piedi, caviglie e gambe stanche o gonfie perché riattiva la circolazione e rinfresca, consigliato soprattutto durante la stagione estiva, o dopo una bella camminata!
    • Proprietà cosmetiche: l’olio essenziale di Eucalipto, ricavato dalle sue foglie, viene spesso utilizzato nei preparati anti-cellulite, come l’olio essenziale di menta è infatti un ottimo tonificante per i tessuti, ridona elasticità alla pelle e combatte gli inestetismi.
    • Anti-acneico: l’olio essenziale di Eucalipto può essere utilizzato per contrastare la formazione di brufoli, punti neri o acne.
    • Anti-odore: grazie alla sua profumazione intensa, l’olio essenziale di Eucalipto neutralizza i batteri presenti nell’incavo delle ascelle, causa del cattivo odore, diventando così un composto ideale anche per un deodorante naturale, mescolato per esempio a del bicarbonato e dell’olio di cocco.
    • Utilizzato in passato per combattere la malaria, oggi l’olio essenziale di Eucalipto si rivela particolarmente efficace nella lotta contro i pidocchi, anch’essi intolleranti al suo odore forte e pungente, proprio come le zanzare.
    • Benefico per rafforzare la chioma appesantita da un eccesso di sebo o resa infiammata dalla presenza di seborrea e forfora, l’olio essenziale di Eucalipto diventa un ottimo alleato anche nella nostra “haircare routine”.

    Esempi di preparati fatti in casa con olio essenziale di Eucalipto:

    Come sempre ci piace anche darti qualche idea pratica, quindi ecco due possibili cose semplici semplici che puoi fare per sfruttare i benefici dell’olio essenziale di eucalipto:

    BAGNO AROMATICO: miscela 4-5 gocce di olio essenziale di Eucalipto insieme ad un mezzo bicchiere di sale marino, mescola bene e poi aggiungi il tutto all’acqua della vasca. Il sale marino funge da vettore, gli oli essenziali necessitano sempre un elemento vettore che permetta loro di amalgamarsi in modo efficace all’acqua o semplicemente per essere diluiti nel migliore dei modi. Puoi approfondire queste conoscenze e capire meglio come usare gli oli essenziali con il nostro piccolo e-book

    “GLI OLI ESSENZIALI, come usare 23 oli essenziali a scopo terapeutico e curativo” 

    UNGUENTO PER MASSAGGI: puoi preparare anche un unguento per massaggi, che potranno essere sia rinvigorenti a livello di microcircolazione, sia decongestionanti a livello di apparato respiratorio: aggiungi 3 gocce di olio essenziale di Eucalipto ad un cucchiaio da minestra di olio di mandorle o di oliva. In caso di raffreddamenti questi massaggi sono da effettuarsi sul torace poco prima di andare a dormire, affinché funzionino da mucolitico e calmante della tosse.

    Controindicazioni dell’olio essenziale di Eucalipto:

    In generale l’olio essenziale di Eucalipto va evitato puro e sempre utilizzato con cautela.

    In presenza di infiammazioni gastrointestinali, l’olio essenziale di Eucalipto può dare luogo a fenomeni d’intolleranza all’apparato digerente. Per questo motivo se ne sconsiglia l’assunzione per via orale o topica nelle persone soggette a disturbi gastrici, nei bambini sotto i 3 anni e con molta attenzione in quelli fino ai 6 anni, in gravidanza e allattamento. Per uso esterno alti dosaggi possono provocare cefalea, ed in alcuni casi crisi convulsive.

    Nella nostra Bloom Pomade l’olio essenziale di Eucalipto viene utilizzato per le sue proprietà antibatteriche, per la sua azione decongestionante e per la sua peculiare efficacia nel riattivare la microcircolazione, infatti, quest’azione rinvigorente permette una rigenerazione e guarigione tissutale più veloce.

    Fonti: greenme, wikipedia, cure-naturali

    Articolo di Stella Bellomo e Barbara Lupi

    Potrebbero interessarti anche gli articoli: